giovedì 10 gennaio 2013

Ecografia toracica (terza puntata)

Eccoci alla terza puntata della serie "ecografia toracica: come si fa".
Finalmente prendiamo in mano la sonda......

Nell'ultima parte abbiamo visto dove appoggiare la sonda; adesso possiamo prendere la nostra sonda convex (o microconvex) e appoggiarla al torace. Le cose che dobbiamo cercare sono:
1) due formazioni rotondeggianti anecogene da cui partono due coni anch'essi anecogeni: le coste con i loro coni d'ombra
2) qualche centimetro al di sotto delle formazioni rotondeggianti anecogene e in mezzo a loro, troviamo una linea iperecogena, bianca, dello spessore di qualche millimetro: la linea pleurica.
Abbiamo trovato la struttura principale dell'ecografia toracica: il bat sign formato dal contorno delle coste (le ali del pipistrello) e la linea pleurica (il corpo)



video

Una volta individuato questo bat sign, le mani le dobbiamo dimenticare: fermi, immobili e osserviamo! Lo spazio che dobbiamo osservare è quel rettangolo racchiuso tra la linea pleurica in alto, l'ombra delle coste ai lati e la parte inferiore del monitor in basso. Io lo chiamo spazio Veneziani in "onore" di una collega che non crede nell'ecografia toracica
video


La prima cosa da vedere è se la linea pleurica si muove o meno. Il movimento che dobbiamo cercare è uno scorrimento dei due foglietti pleurici, quello che d'ora in poi chiameremo sliding pleurico.
Una volta osservato se lo sliding pleurico è presente o meno guardiamo cosa c'è sotto la pleura.
Se abbiamo un polmone con netta prevalenza di aria, avremo delle linee orizzontali che non sono altro che artefatti (riverberi) che ripetono la linea pleurica: sono le linee A. La mancanza di qualsiasi artefatto  (immagine più ipoecogena) euqivale alla presenza delle linee A: polmone aerato.
Nel filmati vedrete che prima le linee A si vedono dopodichè inclino pochissimo la sonda e le linee A scompaiono: si parla di Linee 0

video

Subito una cosa importante: se avete notato,  quando ho parlato di linee A non ho parlato di polmone normale ma solo di polmone aerato. Le linee A non sono sinonimo, da sole, di polmone normale!
Ricordiamo che le linee A si trovano nel pnx (in assenza di sliding pleurico) ma anche nel paziente con embolia polmonare o BPCO.
Primo errore da evitare: trovate linee A e dire immediatamente che il polmone è normale.
Ciao, alla prossima

Nessun commento:

Posta un commento