lunedì 28 gennaio 2013

Lung pulse

Mi è venuta in mente una cosa mentre ripensavo all'ultimo corso di ecografia tenutosi a Reggio Emilia a dicembre. La collega che aveva spiegato (???????????!!!!!!!!!!!) il polmone aveva parlato del lung pulse facendo un pò (è un eufemismo) di confusione: il lung pulse, aveva detto, è segno di pnx.
AAAAAAAAAAAARRRRRRRRRRRRGGGGGGGGGGGHHHHHHHHHHHHH!!!!!!!!!!!!!!!!!

Il polmone è a stretto contatto con il pericardio e il cuore e quindi risente del suo movimento. Il lung pulse non è nient'altro che la trasmissione di questo movimento al cuore: se rimango fermo osserverò (soprattutto al polmone di sinistra) una movimento sincrono, di tutto lo spazio Veneziani (tutto il polmone tra le ombre costali e la linea pleurica). Pensate: se c'è qualcosa che trasmette il movimento del cuore, come fa ad esserci pnx? A differenza di quanto detto al corso, il lung pulse ESCLUDE al 100% il pnx.
Ma il lung pulse lo vediamo sempre? NO.
Il lung pulse si rende sempre più visibile man mano che il polmone perde aria (quindi siamo nella situazione opposta al pnx!) ed e è un segno molto precoce dell'atelettasia.

video


Quindi riassumiamo:
1)il lung pulse esclude completamente il pnx
2)quando lo vediamo, non vedremo lo sliding pleurico e saremo di fronte ad un polmone quasi completamente privo d'aria.
3)paziente intubato: lasciamo perdere il fonendo ma prendiamo la sonda perchè se vediamo il lung pulse vuol dire che il polmone (o entrambi) non lo (li) stiamo ventilando.
Ciao

Nessun commento:

Posta un commento